Editorialisti

10 Giugno 2019

Comics, è l’ora di un’associazione!

share Vito Sinopoli - Box Office

Se c’è un fenomeno italiano in costante crescita, è quello delle fiere dei fumetti. Si stima, infatti, che siano oltre 1 milione le persone che, con regolarità, ogni anno frequentano questi eventi a base di comics, cinema, giochi da tavolo, videogame, cosplay e molto altro. Un fenomeno le cui dimensioni sono fotografate nella panoramica, all’interno della rivista, dal titolo “Il valore dei comics” (pag. 44). Queste manifestazioni fanno vivere un’esperienza unica all’insegna dell’entertainment a bambini, ragazzi, giovani adulti e famiglie. Stiamo parlando, quindi, di un patrimonio considerevole per il nostro Paese e per l’intero comparto audiovisivo, certo destinato a crescere ulteriormente in futuro.

 

Per questo è giunto il momento di fondare un’associazione, senza scopo di lucro, per creare un soggetto in grado di rappresentare questo “popolo” in tutte le sedi istituzionali, regionali e nazionali, con l’obiettivo di essere riconosciuti come “portatori sani” di intrattenimento e di cultura pop. E al timone dell’associazione deve esserci – almeno in una fase iniziale – qualcuno che guida “editorialmente” il Lucca Comics and Games, riconosciuta da tutti come la manifestazione più significativa con oltre 250mila biglietti venduti e un totale di circa 500mila visitatori.

Vito Sinopoli - Box Office

Nato a: Rho (MI) il 15/03/1964.

In Editoriale Duesse da: sempre.

Esperto in: NIENTE.

Quando non scrive su Business People si occupa di: sto con i miei ragazzi, leggo fumetti, vado al cinema, sento musica e vedo gente.

Cosa gli piace: mia moglie, correre, frequentare mostre e musei, la musica black.

Non ama: i moralisti, i giornalisti tromboni, i reality, i logorroici.

Il film rivisto più volte: IL PADRINO.

L'artista musicale preferito: Stevie Wonder e David Bowie.

Il libro: le lettere di Berlicche (CS Lewis)


Archivio